Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Pagina 2 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Andrea D.T. il Dom 21 Mar 2010 - 21:51

condivido

sul manuale di psicologia dello sviluppo c è scritto che nel medioevo c'era più maltrattamento.. io penso che più andiamo avanti più c'è da rabbrividire
avatar
Andrea D.T.
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Maschile Numero di messaggi : 3379
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 31
Località : Genova
Occupazione/Hobby : l'antipatico
Umore : !!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Federica il Dom 21 Mar 2010 - 22:02

sai Dany forse qual'è il problema? è che per ogni caso c'è una giustificazione dietro che fa apparire il tutto da.. povera creatura ha fatto del male ma in realtà non voleva...è lì che poi il troppo stroppia.. ok giusto non tutti reagiamo allo stesso modo però nn mi sento di trovare sempre delle motivazioni che trovo anche "insensate".....in alcuni casi..
tra un po' diranno che il "mostro del circeo" ha fatto tutto perchè poverino lui,stellina..
posso arrivare a "comprendere" forse le concause ch hanno potuto condurre ad un evento in maniera distaccata,come se avessi la spina staccata ma se mi chiedete di provare compassione per chi uccide per questi motivi,proprio no mi dispiace...
provo un immensa pena e tenerezza e lì sì che ho compassione quando un genitore uccide il proprio figlio malato terminale,quando tizia uccide caio perchè gliel'ha chiesto perchè non vuole soffrire... lì ho compassione perchè sono omicidi si ma dettati dall'amore e dalla disperazione... non potrei mai condannare un gesto del genere umanamente.. discutibile il "io lo farei o no" ma non potrei scagliarmi contro...
ma a chi uccide un bimbo perchè piangeva.. abbiate pazienza, la compassione non mi sforzo neanche di dargliela
avatar
Federica
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1605
Data d'iscrizione : 18.02.09
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Federica il Dom 21 Mar 2010 - 22:03

Andrea D.T. ha scritto:condivido

sul manuale di psicologia dello sviluppo c è scritto che nel medioevo c'era più maltrattamento.. io penso che più andiamo avanti più c'è da rabbrividire

io lo penso ogni secondo di più..soprattutto per l'indifferenza che spesso accompagna la violenza
avatar
Federica
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1605
Data d'iscrizione : 18.02.09
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Federica il Dom 21 Mar 2010 - 22:09

trovo che la maggior parte delle scelte della mia vita non le avrei fate se avess dovuto sempre ragionare da operatore che media tutto..
sono ben felice di essere stata un po' più egoista x il mio bene e di essere stata dura in alcune circostanze e morbida in altre..
già solo da educatore forse non dovrei scagliarmi così contro chi tocca i bambini e gli animali.. se ciò vuol dire limitare la mia idea, il mi essere.. preferisco passare da dura nella vita di tutti i giorni e poi passare alla "maschera" per il lavoro..non sono una persona che ama mediare,tranne quando è indispensabile,prendo sempre una posizione netta, nel bene o nel male...
avatar
Federica
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1605
Data d'iscrizione : 18.02.09
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Andrea D.T. il Dom 21 Mar 2010 - 22:36

Federica ha scritto:
Andrea D.T. ha scritto:condivido

sul manuale di psicologia dello sviluppo c è scritto che nel medioevo c'era più maltrattamento.. io penso che più andiamo avanti più c'è da rabbrividire

io lo penso ogni secondo di più..soprattutto per l'indifferenza che spesso accompagna la violenza

non so se è indifferenza o incapacità di cambiare le cose e quindi si preferisce cercare di capire
avatar
Andrea D.T.
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Maschile Numero di messaggi : 3379
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 31
Località : Genova
Occupazione/Hobby : l'antipatico
Umore : !!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Federica il Lun 22 Mar 2010 - 12:09

mah secondo me un po di tutto.. indifferenza quando senti qualcuno che grida o vedi qualcuno che si picchia e ti giri dall'altra parte perchè tanto non tocca a me,, oppure non ti esponi e non hai un idea perchè tanto non tocca a te...
incapacità di cambiare le cose... più che incapacità direi non voglia di cambiare le cose.. io da sola non posso cambiare il mondo(magari...) ma almeno tento nel mio piccolo di camiare ciò che mi circonda.. ma bisogna volerlo.. fintanto che troverò una giustificazione per tutto penserò che alla fin fine il mondo va bene così pur nel suo essere malato perchè ogni creatura agisce solo per un dolore passato e perchè se Dio non fa nulla vuol dire che tutto è scritto nel suo disegno ed è giusto così...
sinceramente.. io me ne sbatto sia dell'eventuale disegno divino sia della compassione,pietà,comprensione ormai usata anche a sproposito..
Il mondo che c'è ora a me FA SCHIFO,l'ho detto, mi vergogno di essere equiparata come essere umano a certa gente che ammazza senza pietà,che stupra.. che decide di re introdurre il commercio sull'avorio,che ammazza le balene,che ammazza i cani, i gatti,i delfini,le tigri, i lupi e chi più ne ha più ne metta...
non me ne frega nulla di trovare una giustificazione del perchè quel cinese poverino ammazza le balene, non me ne frega nulla quando sento il loro dolore!! io farei la stessa cosa a loro! è poco civile? e chi se ne frega,ormai mi sono rotta di essere sempre buona,sempre calam,sempre tutto... non do più rispetto a chi non lo merita e non do più civiltà a chi si comporta in maniera disumana.. si perchè trovo con il termine stesso di umano un controsenso dell'ammazzare tuo figlio... umanità per me vuol dire tutt'altra cosa...
eh si grazie a me..mi sono svegliata prima che fosse troppo tardi e ho fatto fuori dalla mia vita tantissime persone.. e ne sono ben felice, non sono stata lì ad analizzare il perchè e il per come.. io con certa gente non voglio avere nulla di cui spartire...punto e basta...
non voglio avere per amico una che mi sostiene la vivisezione quando io mi batto tutti i giorni per fermarla,non me ne frega del perchè dice che tanto gli animali sono esseri inferiori,non me ne frega di sapere se da bambino ha subito un trauma... non posso giustificare ogni comportamento con dei traumi nel passato.. certa gente è psicopatica punto e basta.. sono "fuori" anche senza abusi da piccoli e non posso diventare scema io perchè mi occupo di analizzare tutto e alla fine divento più "fuori" io che loro...
da quando ho deciso che certa gente non merita la mia compagnia(non per una questione di superiorità,io chi sono, ma per il fatto che è gente che ad ogni parola offende,ammazza e rovina ogni cosa) e mi circondo dei miei cani la mia vita è più serena...
perchè dovrei provare compassione per quella pazza maniaca della mia ex responsabile che mi ha fatto andare in esaurimento nervoso? che ancora adesso combutta per mandare via un angelo che lavora lì,che ci gode a vedere gli altri soffrire? ma perchè devo provare compassione per un essere così spregevole??
io provo compassione per chi ci capita sotto purtroppo.. lì si che mi si stringe il cuore perchè è una persona capace di farti morire dentro.. e io dovrei pure cercare di capirla... abbiate pazienza ma è proprio fuori discussione


Ultima modifica di Federica il Lun 22 Mar 2010 - 12:15, modificato 2 volte
avatar
Federica
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1605
Data d'iscrizione : 18.02.09
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dany71 il Lun 22 Mar 2010 - 12:10

Andrea D.T. ha scritto:

non so se è indifferenza o incapacità di cambiare le cose e quindi si preferisce cercare di capire

eh no cavolo!!!non posso lasciare che passi un messaggio del genere...proprio no!!!
indifferenza???????????????????????????incapacità di cambiare le cose???????????????????????
il punto è che come operatori ed esseri umani dobbiamo cercare di aiutare, ascoltare....proprio per migliorare la società...evitando che soggetti così reiterino e compiano di nuovo atti simili.......
certo che poi neppure mi sogno di dire "poverino, stellina" ...e ci mancherebbe...ma allo stesso modo non essendo io preposta al giudizio, non dico neppure "muori, brutta merda"...
mi offro, offro il mio ascolto e stop...non giudico, non giustifco...possibile che si debba fare x forza una delle 2 cose???????
poi certo che anche io provo sdegno davanti a certi fatti...caspita...
ricordiamoci che il ns futuro (spero) lavoro sarà nel sociale....se siamo così giudicanti ed accusatori non faremo molta strada...
il nome della ns facoltà lo lascerei così...forse è la mentalità che andrebbe adeguata al compito...
lavorando nel sociale potreste aver a che fare con le peggiori persone.....cosa fate?vi rifiutate di ascoltarle?
avatar
Dany71
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Femminile Numero di messaggi : 3134
Data d'iscrizione : 27.02.09
Età : 46
Località : Serra Riccò
Occupazione/Hobby : Impiegata amministrativa settore Sanità
Umore : emotivamente 'emotiva'

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Federica il Lun 22 Mar 2010 - 12:14

mah c'e gente che si rifuta di lavorare con i pedofili,pur essendo psicologi di tutto rispetto.. perchè non potrei farlo io come l'ultima ruota del carro? e cmq.. il lavoro è una cosa la vita è un altra
avatar
Federica
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1605
Data d'iscrizione : 18.02.09
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dany71 il Lun 22 Mar 2010 - 12:54

certo che puoi...ma non "a prescindere", con pregiudizi e preconcetti che in qst tipo di professioni non sono mai positivi, anche se non ti occupi di pedofili.....imho sarebbe opportuno comunque provare....per completezza personale...e magari si potrebbero scoprire sensazioni diverse...
avatar
Dany71
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Femminile Numero di messaggi : 3134
Data d'iscrizione : 27.02.09
Età : 46
Località : Serra Riccò
Occupazione/Hobby : Impiegata amministrativa settore Sanità
Umore : emotivamente 'emotiva'

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da *MaRta* il Lun 22 Mar 2010 - 13:26

Federica ha scritto:mah c'e gente che si rifuta di lavorare con i pedofili,pur essendo psicologi di tutto rispetto.. perchè non potrei farlo io come l'ultima ruota del carro? e cmq.. il lavoro è una cosa la vita è un altra

In certe professioni il tuo lavoro è la vita di un altra persona.
avatar
*MaRta*
Strategic Moderatrix
Strategic Moderatrix

Femminile Numero di messaggi : 1732
Data d'iscrizione : 24.02.09
Età : 33
Località : Genova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dulcis il Lun 22 Mar 2010 - 13:32

A questo punto, propongo alle MOD della stanza di spostare i messaggi (direi da 3 pagg a questa parte) per creare uno spin-off sul tema che sta emergendo e che mi sembra molto interessante..il rapporto tra i nostri valori, il nostro lavoro, l'etica, etc.

Cosi, se dobbiamo confrontarci su cosa significa rapportarci a questi episodi, crimini e raccontare i nostri "confini", possiamo lasciare "in pace" questo bambino e la sua terribile fine...


Nel contempo, mentre leggo alcuni interventi, mi chiedo perche' non scegliere giurisprudenza, a 'sti prezzi.
avatar
Dulcis
Ragazza ad alto mantenimento
Ragazza ad alto mantenimento

Femminile Numero di messaggi : 1685
Data d'iscrizione : 06.02.09
Età : 35
Località :
Umore : dipende con chi parlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Andrea D.T. il Lun 22 Mar 2010 - 13:38

Dany71 ha scritto:
Andrea D.T. ha scritto:

non so se è indifferenza o incapacità di cambiare le cose e quindi si preferisce cercare di capire

eh no cavolo!!!non posso lasciare che passi un messaggio del genere...proprio no!!!
indifferenza???????????????????????????incapacità di cambiare le cose???????????????????????
il punto è che come operatori ed esseri umani dobbiamo cercare di aiutare, ascoltare....proprio per migliorare la società...evitando che soggetti così reiterino e compiano di nuovo atti simili.......
certo che poi neppure mi sogno di dire "poverino, stellina" ...e ci mancherebbe...ma allo stesso modo non essendo io preposta al giudizio, non dico neppure "muori, brutta merda"...
mi offro, offro il mio ascolto e stop...non giudico, non giustifco...possibile che si debba fare x forza una delle 2 cose???????
poi certo che anche io provo sdegno davanti a certi fatti...caspita...
ricordiamoci che il ns futuro (spero) lavoro sarà nel sociale....se siamo così giudicanti ed accusatori non faremo molta strada...
il nome della ns facoltà lo lascerei così...forse è la mentalità che andrebbe adeguata al compito...
lavorando nel sociale potreste aver a che fare con le peggiori persone.....cosa fate?vi rifiutate di ascoltarle?

il fatto è che non capisco cosa ci sia da ascoltare da un pedofilo o da una persona che uccide un bambino per droga o per pianto o per bla bla bla... il punto non è ne il poverino ne il muori, ma il voler capire per forza una cosa ingiustificabile..

@dulcis: non faccio giurisprudenza perchè non è il mio tipo di futuro che voglio...
se do l idea di uno che condanno le persone sbagli, se do l idea di uno che odia pedofili o di un omicidio su un bambino, al di la dei loro problemi hai ragione... non ho ancora la maturità di "capire"... ma parlo da studente, non da lavoratore,,, il giorno che lavorerò nel campo potrò venire sul forum e ritirare i sentimenti di andrea e parlare da lavoratore


Ultima modifica di Andrea D.T. il Lun 22 Mar 2010 - 13:42, modificato 1 volta
avatar
Andrea D.T.
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Maschile Numero di messaggi : 3379
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 31
Località : Genova
Occupazione/Hobby : l'antipatico
Umore : !!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dulcis il Lun 22 Mar 2010 - 13:41

Parentesi:

Quei due accusati di omicidio, quella mattina, mentre si recavano all'ospedale, hanno incontrato sul loro cammino: infermieri, medici di ogni tipo, poliziotti, avvocati, psicologi e secondini in carcere e per ora mi fermo qui.

Mi chiedo cosa sarebbe del loro lavoro se si facessero sopraffare dai loro pregiudizi e dalle loro personali sentenze e pene di morte che, seppur comprensibili, non servono a niente, se non a sfogare momentaneamente il proprio ribrezzo.

La natura umana non sa di zucchero filato.
E' capace di questi e di ben altri orrori.

Se volete fare questa professione e' bene che ci riflettiate.
avatar
Dulcis
Ragazza ad alto mantenimento
Ragazza ad alto mantenimento

Femminile Numero di messaggi : 1685
Data d'iscrizione : 06.02.09
Età : 35
Località :
Umore : dipende con chi parlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Andrea D.T. il Lun 22 Mar 2010 - 13:46

off topic, non c entra nulla.. vi ricordate luca delfino, quello che ha ucciso un ex qui a genova e una a sanremo credo.. un dottore intervistato ha detto che era indeciso se curarlo o meno, poi la professione l ha portato a curargli la mano (che si era tagliato mentre accoltellava l ultima vittima).. è un esempio che sarà per tutti credo..

ora come ora da non operatore sociale ragiono come ragionerebbero persone al bar (non perchè si è sul forum bisogna fare i perfetti)
quando avrò una laurea, un lavoro e una coscienza maggiore andiate certi che sarà diverso..

comunque dulcis, come tu proponi giurisprudenza io propongo di farsi preti? in confessionale ascoltano molto più di un operatore sociale no?
(non è stato carino il tuo intervento e la mia è una provocazione)
avatar
Andrea D.T.
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Maschile Numero di messaggi : 3379
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 31
Località : Genova
Occupazione/Hobby : l'antipatico
Umore : !!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dulcis il Lun 22 Mar 2010 - 13:53

Andrea D.T. ha scritto:
ora come ora da non operatore sociale ragiono come ragionerebbero persone al bar (non perchè si è sul forum bisogna fare i perfetti)
quando avrò una laurea, un lavoro e una coscienza maggiore andiate certi che sarà diverso..

comunque dulcis, come tu proponi giurisprudenza io propongo di farsi preti? in confessionale ascoltano molto più di un operatore sociale no?
(non è stato carino il tuo intervento e la mia è una provocazione)

Andre DT, il mio intervento era una provocazione quasi quanto la tua, solo piu' onesta e logica.
Pero' hai toccato un tasto fondamentale, gli psicologi e gli educatori non fanno i preti, giusto.
Il loro compito e' confessare, redimere e predicare il perdono.
Per fortuna, dico io, a noi e' chiesto altro.

Personalmente non ragiono da qualcosa.
Ragiono da me stessa, che basta e avanza. Non lavoro al carcere, non sono una psicologa forense, altrimenti forse farei altri discorsi.
Ragiono, come se fossi una studente in mezzo ad altri studenti.
Nessuno ha ambizioni di perfezione di nessun genere, credo, tantopiu' qui sopra.

Credo, imho, che non sara' una laurea ne' un lavoro ne' una COSCIENZA maggiore che potranno cambiare certi punti di vista.
Sono pessimista.
avatar
Dulcis
Ragazza ad alto mantenimento
Ragazza ad alto mantenimento

Femminile Numero di messaggi : 1685
Data d'iscrizione : 06.02.09
Età : 35
Località :
Umore : dipende con chi parlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Andrea D.T. il Lun 22 Mar 2010 - 13:56

visto la situazione che si sta creando e non se ne esce, io sono
considerato il cattivo che non ha futuro (io come tutti quelli che non
capiscono come fare ora da non lavoratori a non capire certi omocidi) e
gli altri che dicono: bisogna cercare qui la su e giu sono i
migliori... bene con questo vi saluto e cercherò di non partecipare più
a nessuna discussione, arrivi a un punto ( e ora capisco altre persone)
che non ce la fai più di discutere sul perchè e giustificarti o altro..
io guarderò i miei fatti, se in un futuro lavoro riuscirò vorrà dire
che riuscirò a canalizzarmi sennò andrò a giurisprudenza come consiglia dulcis...

cercherò
di partecipare solo nel mio corso con le materie.. spazio studenti non
è per le persone che vanno contro vento come me.. scusate se ho
imbestialito qualcuno.. ciao
avatar
Andrea D.T.
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Maschile Numero di messaggi : 3379
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 31
Località : Genova
Occupazione/Hobby : l'antipatico
Umore : !!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dulcis il Lun 22 Mar 2010 - 14:04

Andrea D.T. ha scritto:visto la situazione che si sta creando e non se ne esce, io sono
considerato il cattivo che non ha futuro (io come tutti quelli che non capiscono come fare ora da non lavoratori a non capire certi omocidi) e gli altri che dicono: bisogna cercare qui la su e giu sono i
migliori... bene con questo vi saluto e cercherò di non partecipare più a nessuna discussione, arrivi a un punto ( e ora capisco altre persone) che non ce la fai più di discutere sul perchè e giustificarti o altro..
io guarderò i miei fatti, se in un futuro lavoro riuscirò vorrà dire che riuscirò a canalizzarmi sennò andrò a giurisprudenza come consiglia dulcis...

cercherò di partecipare solo nel mio corso con le materie.. spazio studenti nonè per le persone che vanno contro vento come me.. scusate se ho imbestialito qualcuno.. ciao

Non capisco perche' tu ti senta accusato.
Nessuno ti ha dato del "cattivo" (poi per cosa??) ne' ti ha detto che non avrai futuro.
Mi sembra invece di avere, in altri interventi, dimostrato la mia comprensione davanti al tuo "orrore" (che e' anche il mio).
Poi, i miei ultimi interventi di oggi, non erano rivolti a te.
Dicevo, in generale, che dando una letta veloce a "certi toni" giustizialisti, mi balzava in mente l'idea che invece di SDF si poteva studiar giurisprudenza. NOn e' un insulto, ma un modo per dire che noi NON siamo tenuti a fare i giudici. Tutto qui.

Si confonde la com-prensione con la con-fusione. E non tu, Andrea DT, in particolare, era un discorso generale, leggendo tutto il topic.

Nessuno ha detto che "capisce gli omicidi". Ne' "poverino".
Bisognerebbe leggere bene gli interventi prima di scrivere, dico solo questo.
Il tema e' delicato, e va trattato con delicatezza.

Poi fai come credi, l'etica e' un argomento complicato, se pensi confrontarti non ti serva o se vuoi sentirti dire che hai ragione, non saprei che dire.

Ciao
D
avatar
Dulcis
Ragazza ad alto mantenimento
Ragazza ad alto mantenimento

Femminile Numero di messaggi : 1685
Data d'iscrizione : 06.02.09
Età : 35
Località :
Umore : dipende con chi parlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Trudy il Lun 22 Mar 2010 - 14:11

Credo fortemente che comprendere non voglia dire giustificare e avere pietà della persona.

Credo che giudicare faccia per prima cosa male a noi, perchè quando sbaglieremo saremo dei giudici implacabili di noi stessi e il porsi al di sopra di tutti ci rende superficiali e fragili.

Il tirocinio e altre esperienze mi hanno insegnato che sfogarsi, indignarsi a volte è semplice e rilassante, per certi versi, ma al tempo stesso non ha uno scopo nè per la nostra crescita personale nè per l'altra persona. Non giudicare non dovrebbe snaturarci.
Non riesco a scindere professione e persona, perchè allora non avrei scelto questo percorso, non accetto l'idea di mascherarmi per il semplice fatto che gli altri se ne accorgono sempre, la relazione è costituita da autenticità e fiducia non da bugie e teatrini.

La giustizia per me non è vendetta, per quanto si facciano le cose più schifose io devo cercare per il bene della comunità in primis di renderti una persona migliore e reinserirti nella società, sperando che tu possa restituire qualcosa di buono della tua esperienza e questo non è buonismo, non è paraculaggine ma ri-educazione.Perchè ognuno di noi merita una altra possibilità.

Per quanto rigurada i pedofili..vi siete mai chiesti perchè lo siano diventati?Oppure il primo pensiero resta sempre: chiudiamoli da qualche parte e buttiamo via la chiave?Se questo è il vostro pensiero credo sia limitato e limitante.
avatar
Trudy
Kung Fu Panda
Kung Fu Panda

Femminile Numero di messaggi : 1506
Data d'iscrizione : 19.02.09
Età : 33
Umore : ..umore tetragono..

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dany71 il Lun 22 Mar 2010 - 14:31

Andrea non puoi fare così...nessuno è contro di te...quantomeno io personalmente certo no!
si sta solo cercando di ragionare sul fatto che giudicare ed accusare e dire che sono gesti incomprensibili non è un atteggiamento coerente con il tipo di studio che facciamo noi...
ripeto fino alla nausea che nessuno di noi può (e deve) giudicare nè giustificare....nessuno di noi ha detto che ciò che qst persone fanno possa essere comprensibile o compreso...
dobbiamo (e anche io non riesco a scindere tra "me" ed operatore...altrimenti cosa studio a fare?io voglio essere/mi sento operatore anche se non ho il pezzo di carta che lo dice...o almeno ne ho una parte..) metterci a disposizione anche di chi compie gesti così aberranti, orribili..perchè?
perchè il ns scopo deve essere quello di creare una società migliore dove qst fatti accadano sempre più raramente...
come farlo? cercando di ri-educare qst soggetti, di far capire loro gli errori, di ri-condizionare il loro comportamento (in caso di pedofili o abusatori)...e di dare loro una minima speranza di ritornare a vivere nella società, di avere una secondo opportunità......con tutte le difficoltà di accettazione che ovviamente qst già di per sè comporta...
e poi come diceva Trudy...noi non abbiamo (o ce l'abbiamo come nel mio caso che ho ascoltato racconti di abusi subiti da abusatori) idea di quale sia stato il percorso di vita che ha creato qst "mostri" ...ci sono persone la cui vita era segnata...che "non potevano fare altro che ciò che hanno fatto".....
quindi sono loro stesse vittime...a loro volta...anche della indifferenza e del giudizio altrui.
certo i preconcetti non ci aiutano nella vita....a maggior ragione in qst tipo di professione...
Andrea davvero ...nessuno ti attacca e se lo percepisci, fai finta di nulla...come a volte accade a me...perchè effettivam talvolta si ha la sensazione che ci siano utenti che pontificano...Ma invece, vedilo come un momento di crescita tua personale e per il tuo futuro..
non è semplice staccarsi dalla propria emotività...ma bisogna imparare...poi nessuno ci toglierà mai i ns pensieri e le ns opinioni...ma ci vuole maggior obiettività ed equilibrio.
avatar
Dany71
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Femminile Numero di messaggi : 3134
Data d'iscrizione : 27.02.09
Età : 46
Località : Serra Riccò
Occupazione/Hobby : Impiegata amministrativa settore Sanità
Umore : emotivamente 'emotiva'

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Trudy il Lun 22 Mar 2010 - 14:59

Aggiungo una cosa: avere obiettività ed equilibrio non vuol dire che precluda lo sdegno e la rabbia!E' una reazione normale e umana!Non viene giudicato il parlare di "pancia" ma come persone e un giorno anche operatori dovremmo saper andare al di là e saper razionalizzare per poter affrontare la realtà.
avatar
Trudy
Kung Fu Panda
Kung Fu Panda

Femminile Numero di messaggi : 1506
Data d'iscrizione : 19.02.09
Età : 33
Umore : ..umore tetragono..

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Alexiane il Lun 22 Mar 2010 - 15:03

ma nessuno pensa che certe persone nascono cattive, che fanno cose brutte solo perchè hanno prima subito?
guardate che ci sono dei pedofili che sono pedofili semplicemente perchè sono dei pervertiti
ci sono ragazze che usano cocaina solo per essere magre
ma non hanno mai avuto brutte esperienze nella loro vita passata, anzi, magari hanno anche avuto tutto!
l'operatore che capisce, comprende, ecc. esiste solo tra gli studenti e i neolaureati, dopo subentra freddezza ed estraneità a meno che non si è eroe/eroina di un film americano

poi per il discorso di scegliere giurisprudenza, ma è proprio il contrario!!! non sono gli avvocati coloro che si battono per rimettere in libertà chi ha agito male?
avatar
Alexiane
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : nel Golfo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dany71 il Lun 22 Mar 2010 - 15:09

Trudy ha scritto:Aggiungo una cosa: avere obiettività ed equilibrio non vuol dire che precluda lo sdegno e la rabbia!E' una reazione normale e umana!Non viene giudicato il parlare di "pancia" ma come persone e un giorno anche operatori dovremmo saper andare al di là e saper razionalizzare per poter affrontare la realtà.

condivido...è lo stesso mio pensiero...forse non si era capito....ma è così!nessuno studio ci può impedire di provare emozioni...l'importante è tenerle a bada, esserne coscienti e non farsi sopraffare...andare al di là...
avatar
Dany71
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Femminile Numero di messaggi : 3134
Data d'iscrizione : 27.02.09
Età : 46
Località : Serra Riccò
Occupazione/Hobby : Impiegata amministrativa settore Sanità
Umore : emotivamente 'emotiva'

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Trudy il Lun 22 Mar 2010 - 15:11

Alexiane ha scritto:ma nessuno pensa che certe persone nascono cattive, che fanno cose brutte solo perchè hanno prima subito?
guardate che ci sono dei pedofili che sono pedofili semplicemente perchè sono dei pervertiti
ci sono ragazze che usano cocaina solo per essere magre
ma non hanno mai avuto brutte esperienze nella loro vita passata, anzi, magari hanno anche avuto tutto!
l'operatore che capisce, comprende, ecc. esiste solo tra gli studenti e i neolaureati, dopo subentra freddezza ed estraneità a meno che non si è eroe/eroina di un film americano

poi per il discorso di scegliere giurisprudenza, ma è proprio il contrario!!! non sono gli avvocati coloro che si battono per rimettere in libertà chi ha agito male?

Nascere cattivi?.. ..ma come ti viene in mente una cosa del genere?..quindi non possiamo farci niente?Possiamo eliminarli alla nascita, cosa dici esisterà un'analisi di laboratorio adatta?
La freddezza di cui parli si chiama burnout, ma avviene in casi di esautimento dell'operatore, e dove ho lavorato io in tirocinio c'era tutto tranne che la freddezza e estraneità!
Scusami, abbandono questa discussione un pochino triste..e forse senza parole..
avatar
Trudy
Kung Fu Panda
Kung Fu Panda

Femminile Numero di messaggi : 1506
Data d'iscrizione : 19.02.09
Età : 33
Umore : ..umore tetragono..

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Dany71 il Lun 22 Mar 2010 - 15:29

Alexiane ha scritto:ma nessuno pensa che certe persone nascono cattive, che fanno cose brutte solo perchè hanno prima subito?
guardate che ci sono dei pedofili che sono pedofili semplicemente perchè sono dei pervertiti
ci sono ragazze che usano cocaina solo per essere magre
ma non hanno mai avuto brutte esperienze nella loro vita passata, anzi, magari hanno anche avuto tutto!
l'operatore che capisce, comprende, ecc. esiste solo tra gli studenti e i neolaureati, dopo subentra freddezza ed estraneità a meno che non si è eroe/eroina di un film americano

1° l'operatore apatico ed insensibile, avezzo e disincantato magari esisterà anche...ma nella mia esperienza di carcere la tutor che avevo lavorava lì da 12 anni e tutto era tranne che "fredda" ed "estranea"....aveva solo l'atteggiamento giusto di chi si schifa davanti a certi atti ma si pone al servizio dell'altro, in ascolto e pronta a dare una seconda chance...
altrimenti si tratta di un problema, la sindrome del burn out...ma è perlappunto un problema degli operatori che va affrontato e risolto...

2° le ragazze che usano coca per dimagrire (sicura non siano anfetamine?) comunque hanno un "problema" con il proprio corpo alla stregua delle "anoressiche"...e magari una famiglia che ha trasmesso insicurezza...

3° i pedofili 90 su 100 hanno storie personali difficili, di violenze, abusi o disturbi psichiatrici........difficilmente una persona equilibrata e "sana" stupra un minore....

in quanto a "nascere cattivi"..non ha fondamento scientifico...noi cresciamo sottoposti ad influenze di ogni tipo (ambiente-famiglia-cultura...) ...appena nati siamo una tabula rasa...non esistono esseri "geneticamente" cattivi!!!!!!
allora "uccidiamoli da piccoli" quelli che nascono "sbagliati"...
avatar
Dany71
Utente Celebrità
Utente Celebrità

Femminile Numero di messaggi : 3134
Data d'iscrizione : 27.02.09
Età : 46
Località : Serra Riccò
Occupazione/Hobby : Impiegata amministrativa settore Sanità
Umore : emotivamente 'emotiva'

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Alexiane il Lun 22 Mar 2010 - 15:32

la discussione si può abbandonare, il mondo no e il mondo è questo
o perlomeno è quello che le mie esperienze mi hanno fatto conoscere, purtroppo, nel pubblico, nel privato, a spezia, a pisa, a modena...quanto ho girato!!! quanti operatori che ho avuto a che fare....ma c'è solo la mamma che ti aiuta, ti capisce e ti comprende ( a volte neanche!)
avatar
Alexiane
Quasi un V.I.P.
Quasi un V.I.P.

Femminile Numero di messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : nel Golfo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica & Lavoro : operatori "totali o parziali"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum