Educazione musicale - Prof. Iovino

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Mer 13 Giu 2012 - 22:47

Ah, e aggiungo, che da qualche parte ho anche consigliato un libro utilissimo per l'esame.
Perchè, oltre che cazzeggiare ridacchiando, ogni tanto ho anche delle uscite utili.
Ma evidentemente devi essertelo perso (il consiglio del libro, non che oltre a cazzeggiare do consigli utili)

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da ChiareF il Mer 13 Giu 2012 - 22:51

IO per esempio NON ho frequentato perche' qnd mi sono iscritta (2010-2011) il corso NON c'era e in effetti da non frequentante e da completa ignorante in materia, non trovo cosi' immediato acquisire le nozioni tecniche...poi saro' pure io eh, pero' non e' cosi' facile a mio avviso...credo si intendesse questo, tutto qui.

Io sono per la PACE NEI FORUM...

ChiareF
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Gio 14 Giu 2012 - 1:25

Boh, ripeto, allora, così la finiamo:
Manuale Bona....lo usano TUTTI quelli che imparano a solfeggiare.
Perchè solfeggiare è abbastanza una cagata, sempre che si rimanga entro limiti di umanamente concepibile...

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 28 Giu 2012 - 0:51

Ciao a tutti!
Scusate io devo dare l'esame di musica ma senza il solfeggio perchè rientro tra coloro che essendosi iscritti nel 2010/11 e avendo avuto il riconoscimento del primo anno non ho potuto seguire il corso. Volevo quindi sapere se qualcuno ha dato l'esame nelle mie stesse condizioni e cosa chiede! Grazie!

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da ChiareF il Gio 28 Giu 2012 - 8:08

Ho l'esame domattina nelle tue stesse condizioni: x ora mi han detto che di teoria ti chiede, aprendo uno spartito, di riconoscere le note (nome e figura. Es fa in croma= 1/Cool e le varie alterazioni o elementi (diesis, punto di valore, legatura, tempi ecc). Poi dovrebbe chiedere di costruire una scala maggiore (tra quella di Do, Sol, Re, La, Mi...non pare oltre).
Infine chiede o la classificazione degli strumenti a memoria o le qualità del suono (altezza,intensità,timbro,durata), oppure ancora la propagazione del suono (4 leggi fisiche).

Di storia i vari autori, in particolare Bach, Mozart e Berthoven, ma non trascurerei nulla.
Se vuoi i prossimi gg ti scrivo cos'ha chiesto a me.

Ciao ciao

ChiareF
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 28 Giu 2012 - 10:07

Grazie...aspetto con ansia le tue info!! Cmq ora che ci penso a me in una mail ha scritto riconoscimento note loro altezza e durata...che c'entra che ti faccia costruire una scala?!? E poi nn si capisce come si fa da suoi appunti...

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Gio 28 Giu 2012 - 12:11

me1983 ha scritto:Grazie...aspetto con ansia le tue info!! Cmq ora che ci penso a me in una mail ha scritto riconoscimento note loro altezza e durata...che c'entra che ti faccia costruire una scala?!? E poi nn si capisce come si fa da suoi appunti...

Costruire una scala è cosa abbastanza semplice, una volta capito il meccanismo.
Punto primo: bisogna sempre rispettare un ordine, che è:

tono-tono-semitonotono-tono-tono-tono-semitono

PREMESSA: dire "un tono" è come dire fare due passi tra X e y, mentre dire "un semitono" è come dire fare un passo tra x e y.
Mentre quando c'è un tono tra una nota e l'altra questo significa che c'è una "via di mezzo" tra queste (che da vita al diesis, o bemolle, a seconda che ci si riferisca alla nota di partenza o quella di arrivo), col semitono no, quindi si va direttamente alla nota successiva.

ESEMPIO

DO passo passo RE passo passo MI passo FA

Sostituiamo ora "passo" con "semitono"

DO semitono semitono RE semitono semitono MI semitono FA

Ora sostituiamo "semitono semitono" con "tono"

DO tono RE tono MI semitono FA

Nell'esempio qui soppra metto le prime quattro note della scala di DO.
Come si vede, mentre tra DO-RE, RE-MI c'è un tono (quindi due passi da fare per arrivare da una nota all'altra) tra MI-FA c'è un semitono, un solo passo da fare. Pertanto NON eiste il mi diesis/fa bemolle.

Scala di DO

DO(tono)RE(tono)MI(semitono)FA(tono)SOL(tono)LA(tono)SI(semitono)DO

Questa scala va SEMPRE tenuta come riferimento per la costruzione delle altre scale.
Vediamo perchè.

Scala di RE

abbiamo detto:
tono T tono T semitono S tono T tono T tono T semitono S

quindi TTSTTTS

RE T MI T FA S SOL T LA T SI T DO S RE

Ora la scala TS, chiamiamola così, va, MA non va bene per quanto riguarda diesis e bemolli, perchè:

tra rRE-MI, nella scala di riferimento di DO, c'è un tono?
Si, andiamo avanti.
tra MI-FA c'è un tono?
No. Allora? Allora, è semplice: siccome tra mi e fa c'è un semitono (non esiste il mi diesis) ma in QUELLA posizione ci deve essere un tono, SI ALZA il fa di un semitono, ottenendo dunque FA#

Tra il nuovo FA# e il SOL c'è un semitono. In quella posizione ci deve essere un semitono?
Si, siamo a posto.
andando avanti:
SOL-LA, tono sulla scala, tono tra le due, va bene, iamm' appress'
LA-SI, tono sulla scala, tono tra le due, avanti savoia
SI-DO, tono sulla scala, semitono tra le due: FERMA!

Come prima, siccome in QUELLA POSIZIONE CI DEVE STARE UN TONO, ma tra SI-DO c'è un semitono, cosa si fa?
Si alza il do, facendolo diventare un DO#
Tra il new entry DO#-re c'è un semitono. In ultima posizione ci deve essere un semitono.
Fatto!

Quindi, dopo il "bilanciamento", la scala di RE diverrà:

RE T MI T FA# S SOL T LA T SI T DO# S RE

Tutte le altre scale si costruiscono con questo criterio.
La scala di SI è la più menosa, perchè si sballa tutto XD

Non sto a farle tutte, ma a sto punto il meccanismo dovrebbe esser compreso.
Consiglione finale.

Devo scrivere la scala di....FA?
Benissimo.
Io scrivo:

FA SOL LA SI DO RE MI FA
questa parte qau non serve a niente serve solo per consentirmi di mettere le note a postoaaaaaDOaaaaREaaaMI
Fatto questo, disegno, sotto alle note, una riga: è difficile da spiegare, ma diciamo una linea così |____||____| dove ci deve essere un tono, e dove ci deve essere un semitono, come tra MI-FA, io faccio un semicerchio.
Questo PRIMA di mettere i diesis.
A quel punto dite:
in prima posizione c'è un tono. Tra FA-SOL c'è un tono? SI, ok.
In seconda posizione c'è un tono. Ta SOL-LA c'è un tono? SI, ok.
In terza posizione c'è un semitono. Tra LA-SI c'è un semitono? No, quindi dobbiamo abbassare il Si di mezzo tono, quindi SIb(bemolle)
In quarta posizione c'è un tono. Tra SIb-DO c'è un tono? SI. Perchè, ora è chiaro: se tra SI-DO, nella scala di riferimento di DO, c'è un semitono(mezzo tono), ora che il SI è stato abbassato di mezzo tono, tra i due c'è un bel tono, bello intero.
In quinta posizione c'è un tono. DO-RE c'è un tono? Si.
In sesta posizione c'è un tono. RE-MI c'è un tono? SI.
Settima posizione: c'è un semitono.
Tra MI-Fa c'è un semitono?
Un occhio si sposta con fare timido alla scala di riferimento di DO, guarda e YAHOO!
Tra il MI e FA c'è un semitono.

La scala a quel punto sarà FA SOL LA SIb DO RE MI FA

Mi sembra sia tutto.
Allenatevi, è un meccanismo piuttosto scemo da mettere in atto.
Una volta che avete capito, è come fare le equivalenze.

E anche se sono ironico, sarcastico e anche un po' odioso, sfido a trovare qualcun'altro che ha lo sbatti di fare uno spiegone del genere...

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 28 Giu 2012 - 12:19

Ti ringrazio della spiegazione ma devi capire anche che x chi nn ne Sa nulla capire la differenza tra tono e semitono è un'impresa titanica...se poi pensi che sono cose che nn serviranno a nulla nella scuola primaria xké nn sono cose che si insegnano nella media...capirai anche la fatica e l'incomprensibilità di familiarizzare con uno strumento simile in 10 giorni...TEMPO A MIA DISPOSIZIONE X STUDIARE ANCORA CIRCA 2 secoli e MEZZO DI STORIA DELLA MUSICA PIU LA TEORIA DELLE NOTE...x qsto motivo le persone si alterano, nessuno ci ha mai insegnato e dobbiamo studiare 3 volte tanto x un esame di 3 crediti Che fa media con altri 2 con la quasi totale certezza che mai insegneremo queste cose...Cmq grazie x la spiegazione.

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Gio 28 Giu 2012 - 16:05

Mah...la teoria delle note non è comsì complessa, a mio vedere.
Le note, i loro valori ecc sono solo da studiare e basta, e ci vuole pochino.
Sul fatto che sia un'impresa capire la differenza tra tono e semitono....contando che ci riescono dei bambini di 11-12 anni, o non è così titanica, o forse è chi studia che non è in grado....scusami davvero, ma definire impresa titanica imparare la differenza tra tono e semitono e relativi posizionamenti su una scala dovrebbe far riflettere un attimo...

Sul fatto che non si insegnino...non sono d'accordo.
Certi rudimenti di ste cose qui (ovviamente non in modo specifico) li ho insegnati a delle quinte...
Anche perchè se no arrivano in prima media e devono imparare damblè tutto quanto...se cominciano ad avere un'idea di cosa si intenda con valore, nota, pausa ecc ecc non fa male...

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 28 Giu 2012 - 16:57

Io ho fatto musica solo alle medie e nn mi chiedevano nulla di teoria...dovevo solo leggere le note e tendenzialmente mi scrivevo le note sotto il pentagramma sapevo come si suonava il do e quando vedevo do così facevo. Personalmente nn sono portata x suonare, nn ho mai fatto musica al di fuori di 2 ore a sett a scuola x 3 anni senza sapere cosa fosse durata altezza o un semitono!

PER TE NN SARÀ COMPLESSA OK, ma tu probabilmente sei interessato e portato, l'hai studiato bene con qualcuno che ti spiegava qndo nn capivi...ciò che x te è facile x me può nn esserlo...ti potrei dire che è una cazzata recitare un pezzo di un'ora da sola su un palco e x te è titanico...

Ti posso poi assicurare che ho assistito in 2 scuole diverse a lezioni di musica e di note toni e semitoni neanche una parola...imparano la canzoncina a memoria e la provano tt l'anno...stop!

Grazie x le spiegazioni ma sei troppo pieno di te...ci saranno cose che tu nn sai e nn capisci e x altri sono scemate...devo dedurre quindi che tu sia stupido in quegli argomenti? Probabilmente nn sai nn ti interessa o nn sei portato! IO E MOLTI ALTRI NN ABBIAMO SCELTO L'ESAME DI MUSICA....È IMPOSTO! Per cui rinnovo i ringraziamenti x le delucidazioni ma nemmeno tu puoi sapere tt di tt...per cui sarebbe il caso che fossi meno aggressivo nei confronti di chi ammette di nn sapere e chiede...potrebbe rivoltartisi contro in un'altra situazione...

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Gio 28 Giu 2012 - 21:14

me1983 ha scritto:dovevo solo leggere le note e tendenzialmente mi scrivevo le note sotto il pentagramma sapevo come si suonava il do e quando vedevo do così facevo. Personalmente nn sono portata x suonare, nn ho mai fatto musica al di fuori di 2 ore a sett a scuola x 3 anni senza sapere cosa fosse durata altezza o un semitono!

Ti posso poi assicurare che ho assistito in 2 scuole diverse a lezioni di musica e di note toni e semitoni neanche una parola...imparano la canzoncina a memoria e la provano tt l'anno...stop!

ci saranno cose che tu nn sai e nn capisci e x altri sono scemate...devo dedurre quindi che tu sia stupido in quegli argomenti? Probabilmente nn sai nn ti interessa o nn sei portato!

Bè, questo significa che hai fatto musica col c**o, scusa. Il che non è colpa tua, ma di un professore che lavorava col c**o, e infatti io detesto sta mania di scrivere le note sotto alla nota, perchè così facendo (tu ne sei la prova pratica, e mi spiace) non si impara una fava.

Come lavorino gli altri non lo so, non si può criticare il metodo altrui, anche se so benissimo che molti insegnanti insegnano la canzoncina a memoria così i bambini a casa la cantano e mamma e papà sono contenti.
Io canzoncine a memoria non ne ho mai fatte fare, ho sempre fatto fare poche cose, in compenso alla fine dell'anno tutta la classe sapeva suonare (approssimativamente, certo) il flauto, leggere le note e la durata di varie note.
I genitori magari saranno stati meno contenti, ma vengo ripagato dal fatto che ora i miei ex alunni sono quelli che alle medie vanno meglio, in musica, proprio perchè gli ho insegnato non la canzoncina a memoria come fanno alcuni o non a scrivere le note in lettere come fanno altri.
Quindi quello che fanno gli altri non mi interessa, visti i risultati che otteniamo, molto spesso...

Ovviamente ci saranno cose che capisco meno, ma stiamo parlando di imparare due tendenzialmente 12 posizioni, circa, su un pentagramma, la durata di due o tre note, e un concetto, davvero, molto banale sulle scale. Non stiamo parlando di solfeggiare chissà cosa, stiamo parlando di due boiate, due boiate che, fatto salvo per le scale, dei bambini di 5 elementare sono arrivati a capire senza il minimo problema.
Definire titanica la difficoltà di una roba simile mi sembra francamente esagerato.
Allora suonare con una chitarra una banalissima canzone da spiaggia dovrebbe essere un'impresa richiedente anni di applicazione....suvvia, la si fa un po' fuori dalla tazza XDD

E si, ci sono delle cose per cui non sono portato, ma un conto è...che ne so, capire come funziona e come utilizzare un'equazione di 2° grado, un altro è ricordarsi che la nota senza gambetta si chiama semibreve e dura 4/4, quindi se trovi un fa pallino bianco senza gambetta lo leggi FA-A-A-A dandoti quattro manate sulla gamba.
Tu mi parli di fare una scena di un'ora su un palco.....io sinceramente non sarei capace, non l'ho mai fatto, ma non la considero titanica.
Ci va comunque senza dubbio più studio, più applicazione e più tecnica che non quelli necessari a imparare due nozioni basilari di musica....

Belin, ma se st'esame è così complicato potrei cominciare a dar ripetizioni di solfeggio in area macchinette....ci diventerei ricco!

No, non credo....ci metterei un paio d'ore a spiegare e far capire tutto....dovrei prendere tipo 30-40 euro l'ora...

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 28 Giu 2012 - 22:39

Bravo! La mia cmq era un'iperbole...e si parla cmq di conoscenze pregresse, di interesse e dell'essere portati...con ciò chiudo la disquisizione!

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Ven 29 Giu 2012 - 1:12

Si, l'ho capito, e io ti ho detto che le conoscenze pregresse non servono, perchè dovrebbero esser queste.
Esser portati non c'è molto da, basta studiare, per queste cose, non è necessario esser portati a far musica per sapere queste cose quanto non è necessario esser portati a scriver poesie per imparare a memoria "il sabato del villaggio".
L'interesse...bah, ci sono a parer mio esami meno interessanti....e il fatto che a te sta roba non interessi mi fa pensare che anche tu non la insegnerai ai tuoi allievi con interesse, che ti porterà a fare, come quasi tutti: canzoncina a memoria per far contenti mamma e papà.....tristezza, mioddio.

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Ven 29 Giu 2012 - 8:51

Mi riferivo all'esame universitario riguardo alle conoscenze pregresse, cmq considero l'argomento chiuso ognuno è se stesso nel bene e nel male. Apprezzerei, inoltre, se tenessi le considerazioni sul mio modo di insegnare x te visto che nn mi conosci e che giudichi sulla base delle mie considerazioni su un esame. Il fatto che abbia un'idea nn significa che nn mi applichi al meglio nello studio! E poi ricorda che l'UMILTÁ è una buona caratteristica da trasmettere.

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Ven 29 Giu 2012 - 11:51

Esatto....e se tu giudichi mastodontico il lavoro per quell'esame, che pur non lo è, a causa di tre elementi, conoscenze pregresse, interesse e "esser portati", siccome di questi tre elementi uno non è fondamentale (le conoscenze regresse), uno è utile (esser portati) e uno è utilissimo, va da se che in questa materia evidentemente non ti prodigherai più di tanto, dato che non ti senti portata e non ti interessa, evidentemente.
E, siccome musica non è una di quelle materie da fare, che i genitori controllano, che se non segui i programmi non va bene ecc ecc, è per lo meno prevedibile quale può essere l'approccio alla materia di una persona che la pensa così.
Poi magari non sarà così, ma sinceramente non vedo come potrebbe essere altrimenti, perchè se non sei portata e non ti interessa, come puoi far si che a dei bambini interessi e "portarceli"?
E' semplicissima logica basata su quel che dici.

E, sinceramente, io non mi ritengo migliore degli altri. Mi limito a dare dei pareri abbastanza oggettivi su una materia e sul relativo esame.
Semmai sei tu con sto menarlo di umiltà umiltà umiltà a me, che forse ti senti meglio di me perchè evidentemente sei molto umile, che dovresti esserlo...

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Ven 29 Giu 2012 - 12:54

Nn intendo rispondere oltre...mi sembra polemica inutile. Saluti.

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Metall_krieger il Ven 29 Giu 2012 - 14:05

Giusto un pelo OT

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Mar 3 Lug 2012 - 19:16

Ciao a tutti, la Scala Maggiore la fa costruire con le note come parole (cioè DO RE MI...) oppure con le note sul pentagramma?!? Grazie!

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 12 Lug 2012 - 11:34

La classificazione degli strumenti secondo sach e von hornbostel la chiede?!?!?

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da lidia.j il Gio 12 Lug 2012 - 12:06

Ciao a tutti, la Scala Maggiore la fa costruire con le note come parole (cioè DO RE MI...) oppure con le note sul pentagramma?!? Grazie

TE LòA FA FARE FISICAMENTE SCRIVENDOLA, O LA IMPARI A MEMORIA E LA SCRIVI RICORDANDOLA O IMPARI COSTRUIRTELA MATERIALMENTE TU FACENDOTI IL PENTAGRAMM AE QUANT'ALTRO, IO L'ANNO SCORSO HO FATTO COSì

lidia.j
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 65
Data d'iscrizione : 23.07.11
Età : 35

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da lidia.j il Gio 12 Lug 2012 - 12:07

C'è qualcuno in ascolto che ha dato negli ultimi appelli l'esame e gentilmente ha volgia di scrivere qualche domanda, tanto da farsene una ragione?????
Vi ringrazio molto
Lidia

lidia.j
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 65
Data d'iscrizione : 23.07.11
Età : 35

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da me1983 il Gio 12 Lug 2012 - 16:59

lidia.j ha scritto:Ciao a tutti, la Scala Maggiore la fa costruire con le note come parole (cioè DO RE MI...) oppure con le note sul pentagramma?!? Grazie

TE LòA FA FARE FISICAMENTE SCRIVENDOLA, O LA IMPARI A MEMORIA E LA SCRIVI RICORDANDOLA O IMPARI COSTRUIRTELA MATERIALMENTE TU FACENDOTI IL PENTAGRAMM AE QUANT'ALTRO, IO L'ANNO SCORSO HO FATTO COSì

Ciò non risponde alla mia domanda....la fa costruire con le note sottoforma di parola o come note sul pentagramma?
Mi spiego meglio: va bene se alla richiesta di scrivere la scala maggiore di SOL io scrivo

SOL LA SI DO RE MI FA#

oppure devo scriverla con le note sul pentagramma??

me1983
Buon Partecipante
Buon Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 34

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da lidia.j il Sab 14 Lug 2012 - 13:06

Alcune domande che ha fatto ieri:
-intensità, tonalità,timbro,altezza
-Beethoven, Bach,Verdi,Rossini,Vivaldi,Paganini,Chopin, Mozart
-Classificazione degli strumenti
-note, loro valore e figure di valore
-concerto, sinfonia, concerto barocco,poema sinfonico,
-Le nuove forme del romanticismo
Poi sono andata via , se qualcuno avesse voglia di aggiungerne altre benm venga
lidia

lidia.j
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 65
Data d'iscrizione : 23.07.11
Età : 35

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da lidia.j il Mer 25 Lug 2012 - 11:39

Scusate se mi permetto, ma quando sono andata via ho lasciato almeno altre 5 persone che dovevavno sostenere l'esame, nessuno ora ha un attimo di tempo per scrivere cosa gli è stato chiesto?????
Fino al giorno prima siamo pronti a litigare, a dare rispostagge allucinanti a chi non conosciamo neanche, una volta dato l'esame che gli altri si ammazzino?????
GRAN BELLA FILOSOFIA DI VITA!!!!

lidia.j
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 65
Data d'iscrizione : 23.07.11
Età : 35

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Cristina88 il Mer 25 Lug 2012 - 16:00

Tutti al maaare tutti al maaareeee..
avatar
Cristina88
Utente Attivo
Utente Attivo

Femminile Numero di messaggi : 366
Data d'iscrizione : 01.10.09
Età : 29

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione musicale - Prof. Iovino

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum