gruppo di studio didattica della matematica

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Gio 19 Gen 2012 - 20:27

Allora... apro, come di consueto, ricordando ai malcapitati che dovessero leggere questo materiale che NON GARANTISCO al 100% che quello che scrivo sia corretto: è solo quello che ho capito io, frequentando il corso. Speravo in un botta e risposta ma finora non c'è stato (speriamo per il futuro), per cui non c'è un contraddittorio che possa assicurare la piena correttezza del materiale.
@Ale, Capisco la fretta
Procedo per punti:
ale ha scritto:Rispetto ai numeri del superenalotto mi riferivo al momento successivo all'estrazione( in cui prevale il senso dell'etichetta) e cioè quando i numeri vengono pubblicati secondo un ordine ben preciso ( dal più piccolo al più grande )in cui interviene il senso dell'ordinalità .
OK, anche per me è così.
ale ha scritto:Se non sbaglio, il senso valore è utile successivamente ( classe quarta della scuola primaria???) quando i bambini impareranno a scrivere i numeri decimali., se capiscono il valore delle monete o anche delle figurine ( una moneta da 20 cent vale 2 monete da 10 cent oppure 2 figurine di totti valgono 1 di un altro giocatore) potranno capire che il numero 214 è composto da 2 centinaia , 1 decina, 4 unità ( qs è quello che ho imparato a scuola ma so che non è corretto !!!!!!!!!).
per cui la tua domanda 2012 come si scompone la risposta non la so.
Qui la faccenda si complica un po':
SENSO VALORE
con il senso valore si stabiliscono convenzioni tra gli umani: una moneta da 10 cent vale 10 monete da 1 cent. Ma non sempre l'etichetta della moneta ne individua il valore. Il professor Boero cita a tal proposito il valore assunto da una moneta da 5oo lire coniata dalla Zecca dello Stato negli anni ’60, sulla quale l’incisione riportava un orientamento errato di una bandiera. La moneta vale molto di più, secondo una convenzione del mercato numismatico. Anche una nota casa di figurine a fini commerciali immette sul mercato poche figurine di calciatori celebri, tali che una figurina di TOTTI vale cinque figurine di portieri, per cui UN oggetto vale un certo numero di altri oggetti dello stesso tipo.

Per quello che ho capito io, alla base del senso valore c'è un'azione precisa che mettiamo in atto tutte le volte che esso entra in gioco, ed è la SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO. Essa determina (nell'ambito dei numeri) una sospensione della cardinalità rispetto all'oggetto numerico in esame che permette di attribuirgli il valore (appunto) corretto.
Nelle schede che avevamo noi, erano suggerite alcune attività con delle monete e delle banconote. In una di queste, ad esempio, il bambino aveva, disegnate sul foglio, una banconota da cinque euro e una serie di monete di diverso taglio (2E, 1E, 50 cent, 20 cent, 10 cent). La consegna chiedeva di cerchiare le monete con colori diversi per indicare almeno due modi con cui ottenere lo stesso valore della banconota.

In un esercizio come questo il senso principale attivato dalla consegna sia il S Valore, MA per rispondere alla domanda il bambino deve attivare anche:
1- la cardinalità, utile nella conta di quante monete dello stesso tipo ho a disposizione OPPURE il subitizing quando per esempio ci sono poche monete dello stesso tipo (quelle da 2E per es)
2- Ordinalità, quando il bambino si chiede se le monete che ha raggruppato sono sufficienti a raggiungere il valore della banconota (quanto mi manca a...?)
3- l'etichetta, necessaria al riconoscimento del taglio della banconota/moneta

Attenzione però a quelle schede che propongono esercizi con le monete ma non richiedono affatto che il senso valore intervenga. Es:

sulla scheda troviamo in quest'ordine==> una banconota da 10E una moneta da 1E e una da 2E. la consegna chiede di usare i segni di >< o = fra queste monete. Qui il senso valore NON è coinvolto. La Consegna dell'esercizio attiva solo i sensi dell'ordinalità come principale e dell'etichetta come subordinato. Io avevo sbagliato questo esercizio, ingannata dalla presenza dei soldi. Per cui, il mio consiglio è di prestare massima attenzione alla domanda della consegna perchè è quella che attiva e mette in moto i sensi.

Come avrai notato col senso valore si possono attivare anche tutti gli altri sensi, esclusa la sola misura. Stessa cosa accade con il S misura stesso: ecco perchè a livello didattico boero insiste che coi bambini a partire dai 4/5 anni (periodo in cui si forma e si struttura il senso del numero) occorrerebbe fare una maggior quantità di attività che mettano in funzione questi due sensi. Tali attività devono essere chiaramente graduate a seconda dell'età dei bambini, però è fattibile, per esempio lavorando sulle misure a spanne o passi di oggetti/spazi piccoli (infanzia e primaria) dove la crescita fisica dei bambini può anche diventare oggetto di riflessione sulla proporzionalità inversa (+ cresco - spanne mi servono per misurare la lunghezza della cattedra). Oppure le attività di mercatino (primaria), ecc...
Boero insiste che la maggior parte delle strategie didattiche italiane puntino soprattutto sulla cardinalità. In effetti colorare degli insiemi su delle schede è particolarmente gestibile come lavoro e risparmia un bel po' di fatica alle insegnanti, (ma non ne sono così convinta: io ho visto anche delle maestre super all'avanguardia in questo durante il mio tirocinio!) Resta il fatto che secondo uno studio longitudinale su una serie di test di ingresso (test fatti in liguria a bambini che passavano dalla 5 alla 1 media) si riscontra uno scarsissimo radicamento del s misura e del valore connesso anche alle difficoltà di lavorare con le unità di misura (cm confusi coi mm ecc==> scarsa abitudine a compiere il gesto di misurazione) o di indicare fra due numeri decimali il maggiore dei due per cui fra 1,8 e 1,29 una percentuale molto alta di allievi indicava 1,29 dimostrando così di trattare la parte decimale del n° come un numero naturale che in qualche modo misterioso è legato mediante una virgola a un altro numero. Su questo punto possiamo approfondire, se vuoi, quando arrivi a quelle schede in cui si devono correggere degli elaborati di bambini.

In fine, se prendiamo per buono che il senso valore risponde alla domanda: quanto vale? e che si basa su un processo mentale (1-sospensione del giudizio/cardinalità 2- chiedersi quanto vale 3- rifarsi ad una convenzione per stabilirlo) e se è vero che l'oggetto X vale tot oggetti dello stesso tipo allora quando mi viene chiesto da quante unità è composto il N° (ad es.) 2012 occorre considerare il numero nel suo complesso ed esso è formato da duemiladodici unità tutte uguali fra loro. così pure si può dire che le decine che lo costituiscono sono duecento e una, oppure è possibile dire che sia formato da venti centinaia, una decina e due unità. Posso dire che nel numero 2012 l'ultima cifra a destra indica due unità, ma NON posso dire che indica LE due unità. Questo tipo di lavoro, che si discosta così tanto da quello che abbiamo imparato noi alle elementari, avviene ad esempio nelle attività mirate alla padronanza della scrittura decimale posizionale, dove il senso valore intervienecon la sospensione della cardinalità del numero e assegna ad ogni cifra il valore convenzionale che assume a seconda della sua posizione.
Naturalmente c'entra anche (moltissimo) coi decimali ma lo vediamo quando ci arrivi magari...
Fine.

Sei riuscita a fare l'esercizio su trova 0.975 sulla linea? ecc ecc ecc
Ora ti saluto spero di non essere stata inutilmente prolissa.




avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da giulia91 il Gio 19 Gen 2012 - 20:43

assolutamente non sei stata prolissa.
sei stato molto utile, sono io che sono talmente indietro.
grazie mille
avatar
giulia91
Utente Molto Attivo
Utente Molto Attivo

Femminile Numero di messaggi : 816
Data d'iscrizione : 27.11.10
Età : 26
Località : alessandria ma sarda nel cuore e nell'anima
Occupazione/Hobby : tifosa della juve e del cagliari
Umore : sognatrice sempre e comunque

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Ven 20 Gen 2012 - 0:57

Ciao Marion,
ti ringrazio perché il tuo contributo è per me molto prezioso e anzichè fornirmi delle soluzioni mi invita a riflettere. Mi spiace di non essere altrettanto stimolante per te in quanto essendo io non frequentante e all'inizio dello studio ho ben poco da dare.....beh almeno ti aiuto a consolidare la tua preparazione, lo spero.
Rileggendo i tuoi post, non mi è chiaro a cosa ti riferivi quando dicevi :

Una dritta però: ricordate che il senso misura (essenziale per lo svolgimento di questa particolare attività) insieme al senso valore sono due chiavi di volta per la strutturazione dei sensi del numero nell'essere umano (il che avviene intorno ai 4/5 anni). Qualcuna di voi sa immaginare perchè siano così importanti? NON BARATE! Non andate a rivedere i vostri appunti, ma ragionateci su, anche in virtù degli esercizi dove avete trovato questi due sensi, e provate a dare la vostra risposta (non a caso parlo di immaginare ): vi garantisco che è + utile. Così iniziamo anche a ragionare in modo pratico e diretto sulla modalità dialogica della lezione (didattica di Boero: ricordate, ve lo avevo promesso )

Altra dritta per risolvere il vostro quesito: ricordate che a uguale intervallo numerico corrisponde uguale misura spaziale!
E NON VI DICO ALTRO!! (per ora )

Forse è legato al fatto che entrambi i sensi attivano l'emisfero dell'immagine ? Non lo so, quando hai posto la domanda ho immediatamente pensato a quando sugli appunti leggevo che è importante capire bene il senso del valore perchè tramite la sua comprensione si possa capire la scrittura dei numeri decimali, poi ho pensato ma la misura cosa c'entra.

Vediamo se ho capito la spiegazione della scomposizione dei decimali ( perdonami, sarò sintetica perchè sono a pezzi !!!).
Esempio. 325 ( si può dire - può essere scomposto ?) corrisponde a 325 unità tutte uguali tra loro oppure 32 decine e 5 unità, oppure 3 centinaia , 2 decine e 5 unità. Può essere giusto ? grazie , ciao

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Sab 21 Gen 2012 - 4:16

Ciao Ale,
sarò altrettanto sintetica vista l'ora:
1° il lavoro mi è utilissimo e le tue domande (difficili!!!!) sono un super stimolo per chiarirmi meglio i concetti, quindi: rapporto assolutamente paritario!

ale ha scritto: è importante capire bene il senso del valore perchè tramite la sua comprensione si possa capire la scrittura dei numeri decimali, poi ho pensato ma la misura cosa c'entra.

giusto, il senso valore è importante ANCHE perchè utile nella comprensione dei n' decimali, ma nn solo. Nell'ultimo post che ho scritto cerco goffamente di spiegarlo:
I)il senso valore attiva subordinati ad esso anche cardinalità/subitizing, ordinalità, etichetta==> è come se fosse un senso stratificato e quindi aiuta i bambini a non applicare un senso per volta ma a usarli tutti insieme e a coordinarli rendendo le strategie mentali + fluide. E' la sospensione del giudizio sul valore di un numero che permette ai bambini di "pesare" il valore dei n' decimali. Per questo è auspicabile stimolarli con delle attività (come per es il mercatino) per aiutarli a solidificare il senso valore, che in un secondo momento li aiuterà coi decimali.
II) il senso misura c'entra perchè, allo stesso modo, vede l'attivazione subordinata di altri sensi (cardinalità, ordinalità, etichetta), lavora sulle unità di misura (9,5 cm per es. o come nella tua scheda 0,965: ecco, in quella scheda sapresti indicare i sensi coinvolti? Quando si attivano?)
NB: quando parlo di sensi principali e sensi subordinati intendo dire che la consegna attiva un senso che però a sua volta si avvale di altri sensi che fungono da strategie mentali/scorciatoie per arrivare a soddisfare la consegna. Questo avviene con misura e valore, ma resta il fatto che anche per gli altri sensi è così. Con misura e valore però è pressochè indispensabile sempre.

ale ha scritto:Vediamo se ho capito la spiegazione della scomposizione dei decimali [sono n' naturali]( perdonami, sarò sintetica perchè sono a pezzi !!!).
Esempio. 325 ( si può dire - può essere scomposto ?) corrisponde a 325 unità tutte uguali tra loro oppure 32 decine e 5 unità, oppure 3 centinaia , 2 decine e 5 unità. Può essere giusto ? grazie , ciao
NON è ottimale dire che è scomposto, semmai è proprio il contrario: il n° si compone, è composto da, è formato da oppure se ti riferisci alle cifre il termine più indicato è rappresentare: la cifra "5" rappresenta cinque unità del n°325 (e NON "le" cinque unità: l'articolo determinativo sarebbe un errore). Oppure, in un numero rappresentato da tre cifre, le prime due a sinistra indicano da quante decine il numero è composto.
QUINDI il numero è composto da x elementi che noi andiamo a raggruppare in unità decine centinaia ecc...

Spero di aver risposto... e di averlo fatto correttamente! bounce
Mi aiuterebbe sapere a che punto sei delle schede e gli esercizi che stai affrontando così magari lavoriamo sul concreto... sempre che lavoro casa e famiglia non ti abbiano stremata prima Wink
Un abbraccio
M
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da giulia91 il Sab 21 Gen 2012 - 22:01

Ragazze ho 2 domande che magari a voi possono sembrare stupide.
cosa sono i sensi principali e sensi subordinati del numero?
come si fa a capire se sono l'uno o l'altro?
scusate la mia ignoranza in materia.
grazie mille dell'aiuto.
Giulia
avatar
giulia91
Utente Molto Attivo
Utente Molto Attivo

Femminile Numero di messaggi : 816
Data d'iscrizione : 27.11.10
Età : 26
Località : alessandria ma sarda nel cuore e nell'anima
Occupazione/Hobby : tifosa della juve e del cagliari
Umore : sognatrice sempre e comunque

Tornare in alto Andare in basso

fascicolo

Messaggio Da Angy82 il Dom 22 Gen 2012 - 0:29

fascicolo

Angy82
Matricola
Matricola

Femminile Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 21.01.12
Età : 35

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 1:01

Intanto i sensi del numero sono

- cardinalità ( è la conta transitiva di un aggregato preesistente, il numero diventa aggettivo di un sostantivo- 7 bambini, 7 mele,7 matite)
- ordinalità (è la conta intransitiva, è la pura successione di parole - 1,2,3,4,5)
- valore( interviene quando si attribuisce un valore convenzionale ad un oggetto, un oggetto vale "tot" volte un altro oggetto)
- etichetta(interviene quando un numero funzione da codice numerico, identificando un oggetto o persona- autobus 18, numero 13 della coda in posta)
- misura indica quante volte è ripetuta un'unità di misura (passi, piedi, palmi, matite, metri) per riempire la grandezza .

In ogni situazione si attiva un senso del numero ( anche più di uno) come principale e altri come subordinati.
facciamo un esempio:
nel gioco del nascondino si attiva come principale il senso ordinale in quanto si tratta di una conta intransitiva (1,2,3,4,5), una successione ordinata di parole
come subordinato si attiva il senso misura perché la scansione dei numeri fino al numero convenuto indica un tempo per nascondersi .
bene, finisco qui perchè , ormai sapete che sono sintetica.

Grazie Marion, per la tua disponibilità ... so che te lo dico sempre e rischio di essere ripetitiva ma ti devo proprio ringraziare.
oggi sono andata in crisi, sono stata dalle 13,30 fino alle18,30 a ragionare su un'affermazione di una scheda, credo che non riuscirò a consegnare il fascicolo del il percorso alternativo perchè ci sono troppe cose a cui non so rispondere. Però vado avanti volentieri con il gruppo studi.
A proposito vuoi sapere qual era l'affermazione che mi ha bloccato tutto il giorno ? allora riporto il testo:
confrontare con quanto discusso nel corso le seguenti posizioni di insegnanti

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 1:10

1) io penso di fare bene a insegnare a misurare ( certo, prima la pre- misura con i passi e i piedi) in seconda, quando ho visto con una verifica su scheda che tutti sanno contare le cose cerchiate dentro un insieme, fino a venti. allora gli faccio contare anche i passi, fino a 20.



io ho risposto così:

L'insegnante sostiene che dopo aver imparato a contare gli oggetti in un insieme( conta cardinale) fino a venti , i bambini possono contare anche i passi fino a 20 , intendendo la conta come presupposto fondamentale per imparare a misurare.
l'insegnante confonde il senso misura che indica quante volte un'unità di misura è ripetuta in una grandezza da riempire, con il senso ordinale, che è sì subordinata , in questo caso, al senso misura, ma è una pura successione ordinata di numeri.
inoltre, è importante che già a 4 - 5 anni nei bambini cominciano a formarsi e strutturarsi i sensi del numero ed è importante che a livello didattico si facciano delle attività che mettano in funzione questi sensi . cosa ne pensi ? grazie mille ........scusa se ho diviso il post ma c'è stato qualche problema

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 1:49

Angy82 ha scritto:kkkkkkkkk

Perdonami ma nn capisco il tuo intervento! confused

@GIULIA: il senso principale è quello attivato dalla consegna, dalla domanda/quesito a cui ti viene chiesto di rispondere.
i sensi subordinati sono le strategie mentali di cui facciamo uso per ottenere tutti gli elementi necessari alla risoluzione del quesito. Per come l'ho capita, Il s. principale indirizza il ragionamento e mette in moto la ricerca dei dati attraverso i sensi subordinati. Questi dati vengono poi rielaborati alla luce del senso principale.
hai presente il post dove dicevo di tenere d'occhio la consegna (le domande) degli esercizi? Ecco, lo facevo notare perchè è LA CONSEGNA, LA DOMANDA che attiva i diversi sensi del n°.

ES:
misura la lunghezza del lungo e stretto corridoio del Distum (per dire 'na cosa così) usando come unità di misura le piastrelle bianche e nere del pavimento, il cui lato è di (facciamo finta) 1 m.
Ora il senso PRINCIPALE qui, ossia quello che la domanda attiva DIRETTAMENTE, è il senso misura, sei d'accordo?
In questo caso però, l'unità di misura è data da un INSIEME PREESISTENTE (le piastrelle) la qualcosa implica, SUBORDINATO al S misura, il s di CARDINALITA'.
MA poichè il corridoio in questione è LUNGO, non potrà intervenire il subitizing e percepire tutto in una volta l'insieme delle mattonelle: il cervello dovrà ricorrere al senso (in questo caso SUBORDINATO) di ordinalità contando ordinatamente gli elementi dell'insieme.

QUINDI riassumendo per questo specifico caso: PRINC==> senso misura
SUBORD==>prima la cardinalità, poi l'ordinalità.

Se del corridoio lungo e stretto avessi dovuto misurare la larghezza, il processo sarebbe stato:
Princ==> MISURA
SUB==> SUBITIZING Visto che è stretto il corridoio, saranno pochi gli elementi da contare e non sarà necessario l'intervento dell'ordinalità.

ES2: conta quante monete da un centesimo ci sono sul tavolo Poniamo caso che le monete siano moltissime.

Principale ==> cardinalità. subordinato==>ordinalità
se le monete fossero poniamo 3==>SOLO subitizing.

Sono stata abbastanza oscura?
Alla prossima

avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 2:03

ale ha scritto:1) io penso di fare bene a insegnare a misurare ( certo, prima la pre- misura con i passi e i piedi) in seconda, quando ho visto con una verifica su scheda che tutti sanno contare le cose cerchiate dentro un insieme, fino a venti. allora gli faccio contare anche i passi, fino a 20.



io ho risposto così:

L'insegnante sostiene che dopo aver imparato a contare gli oggetti in un insieme( conta cardinale) fino a venti , i bambini possono contare anche i passi fino a 20 , intendendo la conta come presupposto fondamentale per imparare a misurare.
l'insegnante confonde il senso misura che indica quante volte un'unità di misura è ripetuta in una grandezza da riempire, con il senso ordinale, che è sì subordinata , in questo caso, al senso misura, ma è una pura successione ordinata di numeri.
inoltre, è importante che già a 4 - 5 anni nei bambini cominciano a formarsi e strutturarsi i sensi del numero ed è importante che a livello didattico si facciano delle attività che mettano in funzione questi sensi . cosa ne pensi ? grazie mille ........scusa se ho diviso il post ma c'è stato qualche problema

OK capisco la tua difficoltà, non è un quesito facile.
Tu hai risposto nel modo che in teoria è "giusto" ma non spieghi davvero il perchè sia importante a livello didattico fare certe attività.
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 2:14

Sinceramente non saprei cos'altro aggiungere, forse avrei potuto dire che tramite le attività si attivano piu ' sensi ....

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 2:20

Marion78 ha scritto:
ale ha scritto:1) io penso di fare bene a insegnare a misurare ( certo, prima la pre- misura con i passi e i piedi) in seconda, quando ho visto con una verifica su scheda che tutti sanno contare le cose cerchiate dentro un insieme, fino a venti. allora gli faccio contare anche i passi, fino a 20.



io ho risposto così:

L'insegnante sostiene che dopo aver imparato a contare gli oggetti in un insieme( conta cardinale) fino a venti , i bambini possono contare anche i passi fino a 20 , intendendo la conta come presupposto fondamentale per imparare a misurare.
l'insegnante confonde il senso misura che indica quante volte un'unità di misura è ripetuta in una grandezza ]fisica]da riempire, con il senso ordinale, che è sì subordinata , in questo caso, al senso misura, ma è una pura successione ordinata di numeri.
inoltre, è importante che già a 4 - 5 anni nei bambini cominciano a formarsi e strutturarsi i sensi del numero ed è importante che a livello didattico si facciano delle attività che mettano in funzione questi sensi . cosa ne pensi ? grazie mille ........scusa se ho diviso il post ma c'è stato qualche problema

OK capisco la tua difficoltà, non è un quesito facile.
Tu hai risposto nel modo che in teoria è "giusto" ma non spieghi davvero il perchè sia importante a livello didattico fare certe attività.

Buona notte, m'è partito il messaggio... va beh. dicevo...
Poniamo caso che io sappia davvero rispondere a questa domanda:

1 non direi che l'insegnante confonde i due sensi ma antepone l'ordinalità e la capacità di contare fino a un certo n° al senso misura. In parole povere, pensa che sia troppo difficile per i bambini, ma in realtà è lei che si toglie da un impiccio che nn capisce come gestire. Mi spiego:
Quando l'anno scorso ho fatto tirocinio all'infanzia, ho notato che le maestre puntavano molto sull'attività del calendario per cominciare a lavorare sui numeri coi bambini. se vai a pag 15 degli appunti (parte I^)vedrai che i sensi coinvolti simultaneamente da questo lavoro sono: ordinalità etichetta e MISURA del tempo con unità di misura il giorno x. In questo modo i bambini imparano "osmoticamente" e per ripetizione quotidiana la serie ordinata dei numeri (almeno fino a 28) l'etichetta numerica con cui si scrivono, ma principalmente l'attività del calendario è fatta per una ritualizzazione dei tempi di cui i bambini imparano a percepire la ciclicità, e questo mi pare che sia una pregnanza del senso misura. Direi che la posizione di quell'insegnante sia criticabile dal punto di vista del "contratto didattico" (questa piace molto a Boerus) che si instaura coi bambini fin dal principio.
Noi siamo abituati ad una visione Piagetiana delle possibilità dei bambini, secondo quelle che sono le loro capacità di lavoro autonomo. In realtà sarebbe auspicabile lavorare sulla loro zona di sviluppo prossimale, ossia quello spazio metaforico in cui le capacità del bambino sostenute dalla guida di un insegnante o un compagno + esperto possono fargli spostare il suo grado di autonomia e quindi farlo progredire (vigoski, che nn si scrive così, ma è per capirsi).
T'ho risposto?
Aloaaaaa
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 2:26

Dopo leggo con calma .... Ma a me lui ha inviato degli appunti del 2009 ... Con un percorso alternativo del 2009 , non e' che riusciresti a mandarmi quelli che hai tu ? Magari e' spiegato meglio o c'e qualche esercizio diverso anche per allenarmi !

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 2:27

Perché e' vero che so poco perché non ho frequentato ma nel materiale che ho io tante cose non le ritrovo ...... Non sono neanche indicate le pagine !

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 2:29

PS
Anche il nascondino!! Anche quello ha in sè il senso misura!!
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 2:30

Ok del nascondino lo sapevo !!

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 2:33

ale ha scritto:Ok del nascondino lo sapevo !!

Embarassed pig bounce
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 2:38

ale ha scritto:Dopo leggo con calma .... Ma a me lui ha inviato degli appunti del 2009 ... Con un percorso alternativo del 2009 , non e' che riusciresti a mandarmi quelli che hai tu ? Magari e' spiegato meglio o c'e qualche esercizio diverso anche per allenarmi !

Se lui vi ha dato un percorso alternativo, allora è meglio che seguiate quello: non vorrei ingarbugliarti troppo lo studio sovraccaricandoti di dati...
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da giulia91 il Dom 22 Gen 2012 - 17:27

Ale quindi anche tu hai il percorso del 2009 e non di quest'anno?
Invece Marion tu quale hai?
Grazie ancora di tutto.
Giulia
avatar
giulia91
Utente Molto Attivo
Utente Molto Attivo

Femminile Numero di messaggi : 816
Data d'iscrizione : 27.11.10
Età : 26
Località : alessandria ma sarda nel cuore e nell'anima
Occupazione/Hobby : tifosa della juve e del cagliari
Umore : sognatrice sempre e comunque

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Marion78 il Dom 22 Gen 2012 - 19:43

giulia91 ha scritto:Ale quindi anche tu hai il percorso del 2009 e non di quest'anno?
Invece Marion tu quale hai?
Grazie ancora di tutto.
Giulia
Io ho un fascicolo specifico di quest'anno.
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Dom 22 Gen 2012 - 20:00

Uffa , devo riscrivere tutto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Dopo un pò di tempo la pagina scade e quello che scrivi si cancella , è già la seconda volta che mi succede !!!!!!!!!!!
Ripensando a quello che mi hai scritto ieri sera rispetto al Senso misura e alla considerazione dell'insegnante , ho impiegato un pò di tempo ed ora ho colto !!! Già alla scuola dell'infanzia i bambini entrano in contatto con il senso misura ( e gli altri ovvio ) attraverso il gioco del nascondino , il calendario . lo studio di questa materia ti obbliga a uscire dalle tue rigidità mentali ed io ci sono ancora dentro in pieno .
volevo riportare una seconda riflessione di un'insegnante ma ora devo scappare. ciao !!

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da giulia91 il Mar 24 Gen 2012 - 23:32

ragazze!
scusate il disturbo ma ho una domanda.
nel percorso alternativo c'è da fare questo esercizio :
Confrontare con quanto discusso nel corso le seguenti tre posizioni di insegnanti, registrate durante un corso di aggiornamento per insegnanti di scuola dell'infanzia e di scuola primaria, nella discussione dopo una lezione del docente di Didattica della matematica I:
I) Io penso di fare bene a insegnare a misurare (certo, prima la pre-misura con i passi e i piedi) in seconda, quando ho visto con una verifica su scheda che tutti sanno contare le cose cerchiate dentro un insieme, fino a venti. Allora gli faccio contare anche i passi, fino a venti.
II) Non capisco perché lei ha insistito tanto con il senso "valore" con il mercatino in classe con i centesimi: i centesimi si devono fare con i numeri decimali, vanno bene in terza, in prima dobbiamo lavorare con uno, due, tre, fino a venti.
III) Alla fine dell'anno, con quelli di cinque-sei anni mi accontento che mi sappiano dire "uno, due, tre, …" fino a dieci e che sappiano dirmi se nell'acquario i pesci rossi sono di più o di meno dei pesci bianchi.

Non ho capito cosa dobbiamo fare e sopratutto su cosa ci dobbiamo soffermare.
scusate la mia ignoranza ma proprio non riesco ad entrare nell'ottica
grazie.
Giulia
avatar
giulia91
Utente Molto Attivo
Utente Molto Attivo

Femminile Numero di messaggi : 816
Data d'iscrizione : 27.11.10
Età : 26
Località : alessandria ma sarda nel cuore e nell'anima
Occupazione/Hobby : tifosa della juve e del cagliari
Umore : sognatrice sempre e comunque

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Mar 24 Gen 2012 - 23:38

Ma scusa il tuo percorso alternativo di che anno e' ?

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da giulia91 il Mer 25 Gen 2012 - 12:58

il mio percorso altenativo dovrebbe essere del 2009 credo.
il tuo invece?
avatar
giulia91
Utente Molto Attivo
Utente Molto Attivo

Femminile Numero di messaggi : 816
Data d'iscrizione : 27.11.10
Età : 26
Località : alessandria ma sarda nel cuore e nell'anima
Occupazione/Hobby : tifosa della juve e del cagliari
Umore : sognatrice sempre e comunque

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da ale il Mer 25 Gen 2012 - 14:42

Anche il mio del 2009

ale
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 39

Tornare in alto Andare in basso

Re: gruppo di studio didattica della matematica

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum