Pedagogia e differenze di genere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pedagogia e differenze di genere

Messaggio Da Marion78 il Gio 23 Feb 2012 - 13:36

Ciao a tutt*
ho visto sull'elenco dei laboratori di SPE un tema che mi è sembrato molto bello: Il genere nella relazione educativa. Purtroppo nn è aperto a noi di SFP, e questo mi è sembrato assurdo.
E' un po' di tempo che rimugino su come la questione del genere sia un punto importante per chi insegna e su cui io personalmente mi sento impreparata.
Chi è, di noi, appartenente per nascita al genere femminile (i signori uomini non se ne vogliano) sa come l'educazione delle bambine sia stata, almeno in passato, molto differente da quella dei maschietti. Fin da piccola, il tuo corpo determina una serie di precisi comportamenti, e anche se le mie piccole allieve oggi sono meno condizionate delle generazioni precedenti, io come futura insegnante sento che la questione meriterebbe una riflessione più profonda. Mi piacerebbe condividerla con voi e chiedervi, se lo sapete, se esista della letteratura pedagogica che tratti il tema, che, a quanto ne so, è stato + oggetto di indagine della sociologia e della psicologia. E noi futuri maestre e maestri? Cosa abbiamo da dire?
avatar
Marion78
Partecipante
Partecipante

Femminile Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 15.12.11
Età : 39
Umore : non pervenuto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedagogia e differenze di genere

Messaggio Da Metall_krieger il Mar 10 Apr 2012 - 22:43

sa come l'educazione delle bambine sia stata, almeno in passato, molto differente da quella dei maschietti

Un assistente del prof ricci (mi spiace ma non ricordo il nome...comunque quello calvo, che somiglia un po' al prof gennari, e non era sicuramente il prof resico) all'esame di pedagogia 2 ha apprezzato la mia affermazione riguardo al fatto che non sia in realtà corretto dire che le femmine maturino più rapidamente dei maschi, quando questo avvenga perchè socialmente ci si aspetta che questo avvenga: se a dieci anni un bambino fa gara di sputi, è considerato normale. Se lo fa una bambina, no.
Quindi la società in qualche modo si crea delle aspettative sulla bambina, a cui la bambina si allinea. Non è che non faccia gara di sputi perchè è più matura, non fa gara di sputi perchè sa che ci si aspetta che una bambina non faccia gara di sputi, e per tale motivo c'è la visione distorta della maturità precoce delle femmine.
Sto ragionamento mi ha fruttato un 30 e lode, quindi del tutto scemo non credo che sia XDD

Metall_krieger
Partecipante
Partecipante

Maschile Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 15.02.11
Età : 2011

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum